Farmer Market

E’ stato dato il via libera ad un importante iniziativa per valorizzare i farmer market, cioè i mercati locali gestiti direttamente dagli agricoltori che possono così vendere prodotti tipici coltivati in loco al giusto prezzo per i consumatori.

Il farmer market (trad. mercato del contadino) è un vero e proprio mercato dove vengono messi in vendita i prodotti ortofrutticoli, direttamente dal produttore al consumatore.

In questo modo i consumatori possono risparmiare sull’acquisto non rinunciando alla genuinità e freschezza sui prodotti stessi, tutelando l’ambiente visto che i prodotti non devono essere trasportati da un luogo ad un altro.

L’iniziativa ha luogo con l’approvazione di un disegno legge recante “norme per la valorizzazione dei prodotti agricoli provenienti da filiera corta e di qualità” che spinge  in tutto e per tutto questi particolari mercati locali.

Il Talento delle Idee

Oggi vorrei segnalarti un bando che premia le idee innovative e, soprattutto, i giovani imprenditori. Il progetto denominato “Il Talento delle Idee” è lanciato dai Giovani Imprenditori di Confindustria insieme al Gruppo UniCredit.

La scadenza del bando è il 15 marzo 2010 e i progetti dovranno essere inviati via email all’indirizzo: [email protected]

Possono concorrere le persone fisiche tra i 18 ed i 40 anni, con almeno il 51% del capitale di una società o in procinto di avviare una nuova impresa sul territorio italiano.

Il concorso tende a premiare 18 proposte, tre per ognuna delle sei aree regionali, per le quali sono previsti finanziamenti personalizzati e un programma di training ad hoc.

Risparmio energetico

Il Ministero dello Sviluppo Economico – che è l’istituto competente in materia di interventi per l’efficienza energetica – ha chiarito la portata applicativa del riferito art. 6, comma 3, del D.Lgs n. 115/2008, affermando che la detrazione d’imposta del 55% è riconducibile fra gli strumenti di incentivazione di ogni natura attivati dallo Stato, e di conseguenza, non è cumulabile con eventuali incentivi riconosciuti, per i medesimi interventi, dalle Regioni o dagli enti locali.

La detrazione d’imposta del 55% delle spese sostenute per gli interventi di riqualificazione energetica, applicabile fino al periodo d’imposta 2010, non e’ quindi cumulabile con eventuali incentivi riconosciuti, per i medesimi interventi, dalle Regioni o dagli enti locali.

Dire e Fare

Da oggi e fino a sabato 31 ottobre l’Agenzia delle Entrate ed Equitalia partecipano alla rassegna dell’innovazione nella pubblica amministrazione denominata “DIRE & FARE” e faranno conoscere ai visitatori i propri servizi organizzativi. Per saperne di più clicca qui.

DIRE e FARE è una rassegna dedicata degli amministratori locali ma non solo.
Partecipano a Dire e Fare i Comuni, le Province, le Comunità montane, i Circondari mostrando grande interesse per il sistema delle autonomie.

DIRE e FARE sta divenendo la più importante  tra le manifestazioni del settore, consolidando la sua identità di appuntamento di grande spessore. 

Buoni Lavoro Voucher

I buoni lavoro, detti anche voucher, sono stati introdotti per incentivare il lavoro stagionale nel settore agricolo, anche se il loro uso si sta estendendo in altri settori.

I buoni lavoro regolamentano il lavoro occasionale di tipo accessorio.

Il valore nominale di ogni buono lavoro è di 10 euro, comprensivo delle tasse e dei relativi contributi previdenziali a favore del lavoratore e permette al lavoratore occasionale di incassare una paga netta di 7,50 euro, mentre il restante 25% è così suddiviso:

– 13% è la quota dei contributi che viene versata nella gestione separata INPS del lavoratore

– il 7% copre l’assicurazione INAIL sugli infortuni

– il 5% copre i costi di gestione del servizio

Investimenti in Beni Rifugio

Sembra che in tempi di crisi le preferenze degli investitori cambino davvero!!!

E’ quello che è emerso da una lunga chiacchierata che ho avuto con un amico che di professione è un consulente finanziario: la gente oggi investe meno in polizze e derivati, sostituendoli con beni quali l’oro, i gioielli e i beni artistici (oggetti di lusso, d’arte, quadri e opere di varia natura).

Tutti questi beni sono considerati beni rifugio e chi li ha preferisce tenerseli in attesa di … tempi migliori per venderli!